Benvenuti nel mondo della bellezza

Amo collezionare creme e cremine, curiosare tra gli scaffali delle profumerie in cerca di novità, giocare con le matite e le palette di colori, fare massaggi rilassanti all'aroma di lavanda. Ma anche scrivere, cantare, andare in montagna, leggere. Complici tanti anni di esperienza giornalistica nel settore beauty&wellness ora è arrivato il momento di... ammaliare anche il web!
Lauretta

mercoledì 14 marzo 2018

W i fiori!!!

Con la primavera alle porte, nonostante le temperatute ancora birichine, mi è venuta voglia di parlare si fiori! Googlando qua e là ho trovato tantissime ricerche che sostengono quanto faccia bene e sia salutare  circondarsi di rose&co.

Eccone alcune.
Tra le ultime, quelle dell’università olandese di Wegenigen, che ha rilevato come la semplice azione di donare o ricevere un mazzo di fiori contribuisca sensibilmente a migliorare il tono dell’umore, con ricadute positive su tutto l’organismo. E fin qui, forse, nulla di particolarmente "nuovo".
A proporre uno tra gli studi più completi in materia è stata invece l'università di Harvard. Gli esperti hanno messo in rilievo come la presenza regolare di fiori sul posto di lavoro aiuti a mantenere buoni livelli di energia e a risolvere in modo più pacifico le eventuali controversie. Niente male.
Un'indagine recente dell’università di Pisa ha invece rilevato come l’apporto di antiossidanti fornito dai petali di alcune specie floreali (gradino più altp del podio per il tagete) sia, in vari casi, superiore persino a quello di frutta e verdura. Basta seguire la regola del colore: le migliori proprietà nutraceutiche appartengono ai fiori più pigmentati.

Ma non fa "strano" mangiare i fiori? Non dovrebbe. Ci sono petali che hanno un ottimo sapore: il nasturzio ricorderebbe il ravanello, la begonia il limone e l’ageratum sarebbe simile alla carota.

sabato 3 marzo 2018

Mani di fata

Trascorso l'inverno, anche le mani tornano protagoniste. Osserviamole accuratamente: com'è la loro pelle? Sfiorandola risulta morbida? O, al contrario, è solcata da righette sintomo di disidratazione. Allora è il momenti di farle fare una "sauna". È un trattamento che agisce in profondità dando risultati immediati.

Ecco come fare.
Applica uno strato generoso di crema - o di olio di mandorle dolci mixato con quello di rosa mosqueta - sulle mani. Quindi, indossa un paio di guanti di lattice e, sopra, uno di cotone. In questo modo si crea un "effetto serra" che fa penetrare meglio la crema. Dopo un'ora, togli tutti i guanti e massaggia le mani con delicatezza, finché la crema non sarà assorbita completamente.

martedì 13 febbraio 2018

Allenati sotto la doccia!

Se sei pigra o non hai tempo per l'appuntamento settimanale con l'attività fisica, puoi trasformare la doccia nella tua... palestra privata. Eseguire dei piccoli movimenti mentre l'acqua scorre delicatamente sulla pelle può essere mooolto rilassante. Ovviamente la doccia deve essere provvista di maniglie e sostegni alle pareti a cui appoggiarsi  onde evitare cadute o scivolamenti.
Quali esercizi eseguire?
Tra quelli di maggior effetto, il roll down. Si tratta di un movimento del Pilates in cui da posizione in piedi, con le gambe non rigide e tenendo gli addominali contratti, si esegue una flessione verso il basso del busto, srotolando la colonna, vertebra per vertebra. Se centriamo il getto dell'acqua della doccia proprio sulla colonna, durante l'esecuzione dell'esercizio è possibile beneficiare anche di un prezioso massaggio.

mercoledì 24 gennaio 2018

No cipria, no party?

La cipria è un belletto fondamentale. Fissa il trucco e regala alla pelle quel delizioso effetto pesca a cui tutte ambiamo. Ebbene che fare se capita di finire la cipria? Sicuramente non evitare di rinunciare al ritocchino finale. Amido di riso e amido di mais, già da soli, sono validi sostituti di una cipria viso traslucida: limitano l’effetto lucido e aiutano a fissare il makeup senza colorare.
Acquistiamone una confezione (tra l'altro sono ingredienti per fare dolci deliziosi!) e teniamola in dispensa, può rivelarsi molto utile in caap di necessità last minute!

giovedì 18 gennaio 2018

Ultra Violet, colore dell'anno!




Ricordate quando si diceva che il viola portava sfortuna? È arrivato il momento di ricredersi. Per l’anno che è da poco iniziato, infatti, Pantone ha eletto nuance regina l’Ultra Violet (codice 18-3838), sfumatura di viola «intensamente provocatoria e riflessiva» in grado di «comunicare originalità, ingenuità e un pensiero visionario che ci indica il futuro», come hanno tenuto a sottolineare gli esperti del colore.
Fusione tra rosso, simbolo di passione, e blu, simbolo di saggezza, il viola è una nuance mistica per eccellenza.
Il successo di questa particolare sfumatura ? Che sta bene a tutte.
Non predilige bionde o more, dà carattere a una castana e riempie di fascino una bionda. Si abbina alla perfezione con gli occhi scuri e stesso dicasi con le iridi chiare, idem per quanto riguarda il colore naturale della pelle, che sia color latte o cioccolato: l'Ultra Violet non potrà che esaltarla.
Avere nel proprio guardaroba un capo, accessorio o... ombretto di questo colore è d'obbligo per essere glam e al passo con i tempi!